Curato e diretto da | curated and directed by

Nuvola Vandini

Osservo il corpo come uno spazio in cui una moltitudine di elementi, strutture, fluidi, tessili, si relazionano e collaborano, creando ambienti e ambiti. Ciò rimanda all’ architettura come studio delle possibili organizzazioni dello spazio. Sono affascinata da questo tema e in particolare dalla relazione intrinseca tra la geometria architettonica di linee, angoli, solidi, pesi, vuoti, la dinamica di movimento che essa consente e il paesaggio sensibile, percettivo, emotivo, relazionale che se ne genera.

Il ciclo d’incontri che propongo intende offrire uno terreno in cui indagare questi tre aspetti: 

  • Le geometrie che sottendono un’architettura dinamica come il nostro corpo: durante questa fase andremo ad osservare ciò che il corpo offre e alcuni principi universali di movimento che ne sottendono le geometrie. Attingendo alla ricerca riordinata nell’archivio Axis Syllabus stringeremo il focus su alcuni strumenti funzionali alla dinamica dell’architettura.

  • I paesaggi emotivi, immaginativi, sensibili che determinate geometrie e dinamiche offrono: in questa fase lasceremo affiorare singolarità e pluralità creative attraverso un processo compositivo di dialogo tra movimento, osservazione, pensiero. 

 

Ogni weekend include:

LABORATORIO DI AXIS SYLLABUS   | 10.00 - 13.00 

PAESAGGI COREOGRAFICI: percorsi creativi e compositivi a partire dai principi di movimento indagati. | 14.00 - 16.30

 


Il ciclo di laboratori, si concluderà con la creazione di un atto poetico pubblico che sarà presentato il 29 Aprile, durante la giornata mondiale della danza. La partecipazione all’esito è riservata a coloro che seguiranno il percorso intero.

 

6 GENNAIO 2020

GEOMETRIE DEL RICEVIMENTO 

 

Cosa rende un’architettura adatta a ricevere? 

Come mi pongo di fronte all'urgenza di ricevere?

Cosa farò di ciò che ho ricevuto?

 

Durante questo incontro vi propongo di osservare l’atto del camminare. In particolare le sue fasi di ricezione e propulsione attraverso uno zoom-in sulla complessa struttura architettonica del piede e sulle sue potenzialità dinamiche.

*bio-meccanica del piede durante la camminata

 

 

1-2 FEBBRAIO 2020

FRECCIA ROSSA

 

Far fluire e confluire forze ed energie, risulta fondamentale nella gestione di un’alta dinamicità così come nella gestione di una lunga stasi. Come posso mantenere un’architettura disponibile alla ricezione e trasmissione delle forze meccaniche e fisiche implicate nel movimento? Quali sono le strutture che collaborano a questo processo? Affacciarsi alla moltitudine di cavi e tessuti che affollano il nostro corpo e alla loro importante funzione di trasmissione, abbracciare per un attimo l’immagine di un corpo elettrico che al suo interno smaltisce miliardi di segnali in pochissime frazioni di secondo. 

* tessuti e cavi, tensione, pre-tensione, compressione nell'architettura di tensegrità

 

29-1 MARZO 2020

FALLING…….IN LOVE 

Possiamo pensare alla caduta come condizione base del nostro stare su questo pianeta?

Possiamo pensare alla caduta come ad un'occasione? 

Possiamo pensare alla caduta come atto d’amore? Come ebrezza, come gioia!?

Durante questa sessione praticheremo la caduta come possibilità di generare moto ed energia cinetica gratuita, ugualmente osserveremo quali strutture del corpo offrono una geometria di atterraggio favorevole per trasformare una caduta catastrofica in una “caduta d'amore”

* ammortizzatori di atterraggio e aree di lancio

 

18-19 APRILE 2020

VISIONI DIFFUSE

 

La neurobiologia ci racconta come la vista sia il senso più forte dell’ essere umano. La percezione visiva è estremamente complessa e raffinata, senza pretesa di comprenderla/spiegarla interamente, durante questo incontro vi propongo un approccio al movimento dell’ occhio nell’atto percettivo, in relazione ad altri centri di amministrazione del movimento del corpo. L’intento sarà ancora integrare nuove possibili relazioni bio-meccaniche nel nostro vocabolario di movimento.

Quale costellazione sottende la percezione visiva?

Posso fare del movimento dell’occhio un movimento del corpo intero?

Quali relazioni tra il movimento dell'occhio e quello della colonna vertebrale o degli elementi anatomici periferici?

* visione oculare e centri di movimento

                                                                                          

 

 

29 Aprile 2020, ore 18.30

Piccolo atto poetico pubblico

REGISTRAZIONI:

Il percorso ha un numero limitato di posti, che verranno assegnati per ordine d'iscrizione,

saranno privilegiati coloro che sceglieranno di seguire l'intero percorso.

data limite per iscrizioni al percorso intero:  31 Dicembre 2019

Costi:

Intero ciclo: 250€

Ciclo di laboratori Axis Syllabus  (6 gennaio+ 3 week end dalle 10.00-13.00) : 170€

Singolo laboratorio solo mattine: 60€ 

Sconto studenti Alma Danza

Intero ciclo: 200€ invece di 250€

Ciclo di laboratori Axis Syllabus  (6 gennaio+ 3 week end dalle 10.00-13.00): 140€ invece di 170€

Singolo laboratorio solo mattina: 40€ invece di 60€ 

Info & registrazioni

architetturedicorpi@gmail.com |  danza@almastudios.it

con la collaborazione di | in collaboration with:

Neus Borrell Mateu

I look at the body as a space in which a multitude of elements, structures, fluids, tissues relate and collaborate, creating environments and areas. This refers to architecture as a study of space organization. I am fascinated by this theme and in particular by the intrinsic relationship between the architectural geometry of lines, angles, solids, weights, empty, the dynamic of movement that this geometry allows and the sensitive, perceptive, emotional, relational landscape that it generates. The cycle of laboratory that I propose intends to offer a research play-ground on these three aspects:

 

 

  • The geometries that underpin a dynamic architecture like our body: during this phase we will observe what the body offers and some universal principles of movement that subtend its geometries. Referring to the Axis Syllabus archive, we will focus on some functional tools for the dynamics of our architecture.

  • working with the emotional, imaginative, sensitive landscapes that certain geometries and dynamics offer: in this phase we will let creative singularities and pluralities emerge through a compositional process roots on dialogue between movement, observation, thought.

 

Each weekend includes:

AXIS SYLLABUS MORNING LAB | 10.00 - 13.00

CHOREOGRAPHIC LANDSCAPES: application of the investigated movement principle in the field of choreographic composition. 14 .00pm - 16.30pm

 

The cycle of workshops will end with the creation of a public poetic act that will be presented on April 29th, during the World Dance Day. Participation in the outcome is reserved for those who follow the entire cycle.

 

6  JANUARY 2020

RECEIVING GEOMETRIES 

 

What makes an architecture suitable for receiving?

How do I deal with the urgency of receiving?

What will I do with what I received?

 

During this workshop I will invite you to observe the action of walking.

In particular, its phases of reception and propulsion through a zoom-in on the complex architectural structure of the foot and on its dynamic potential.

* bio-mechanics of the foot during walking

 

1-2 FEBRUARY 2020

HIGH WAY 

 

Flowing and merging forces and energies is fundamental in the management of high dynamism as well as in the management of a long stasis. How can I maintain an architecture available for receiving and transmitting the mechanical and physical forces involved in the movement? Which are the structures that collaborate in this process? Looking at the multitude of cables and fabrics that fill our bodies and their important transmission function, for a moment we will embrace the image of an electric body that in its interior disposes of billions of signals in very few fractions of a second.

 

* tissue and cables, tension, pre-tension, compression i tensegrity architecture

 

 

29-1 MARCH 2020

FALLING…….IN LOVE 

 

Can we think af fall as a basic condition of our being on this planet? Can we think of fall as an opportunity? Can we think of the fall as an act of love? How exhilarating, how joyful can be a fall!?

 

During this session we will practice the fall as a possibility to generate motion and free kinetic energy, we will also observe which structures of the body offer a suitable landing geometry to transform a catastrophic fall into a "falling in love"

 

* landing and lunching pads

 

 

 

 

 

18-19 APRIL 2020

EXPANDED VISION

Neurobiology tells us how view is the strongest sense of the human being. The visual perception is extremely complex and refined, without pretending to fully understand / explain it, during this meeting I propose an approach to the movement of the eye in relation to other centers of movement administration in the body. The intent will still be to integrate new possible bio-mechanical relationships into our movement vocabulary.

Which constellation underlies visual perception? Can I make the movement of the eye a movement of the whole body? What is the relationship between the movement of the eye and that of the spine or peripheral anatomical elements?

* eye vision and movement centers

                                                                                          

 

 

29 April 2020, H. 18.30

A tiny bodies poetry | sharing

 

 

 

 

REGISTRATION

The project has a limited number of places, which will be assigned by order of registration, those who choose to follow the full cycle will be privileged.

 

Deadline for registration to the full cycle: 31st December 2019

 

Fees

Full cycle: 250 € 

Axis Syllabus series (4 weekends from 10.00 to 13.00): € 170

Single weekend: € 60 only morning 

 

 

 

Info & registrations

architetturauredicorpi@gmail.com | danza@almastudios.it

" Il mio corpo è fatto della stessa carne del mondo "                                                                           M.M.Ponty